Il risarcimento da colpo di frusta è ancora possibile

Tutti i professionisti specializzati in gestione pratiche di risarcimento danni, da oltre vent'anni leader in questo settore, sono impegnati a riequilibrare gli effetti di una campagna di comunicazione superficiale e imprecisa che sta diffondendo l'opinione che il danno fisico da "colpo di frusta", uno tra i più frequenti in caso di incidente stradale, sia stato depennato dal novero dei danni con diritto di risarcimento da parte delle Compagnie assicuratrici.

In un recente comunicato ufficiale, l'Organismo unitario dell'Avvocatura - Commissione responsabilità civile, assicurazioni e risarcimento diretto, lo ha definito senza mezzi termini "un caso di propaganda legislativa inutile e tecnicamente errata".

Le recenti modifiche introdotte dal decreto governativo cosiddetto "delle liberalizzazioni" non hanno fatto altro che regolamentare in modo più esatto la disciplina per l'attestazione e la certificazione di questo tipo di danni fisici, che vanno documentati accuratamente con l'adeguato supporto di referti diagnostici: si tratta di procedure alla quali è da sempre solito attenersi chi opera in questo settore con serietà e professionalità e che comunque non intaccano i diritti fondamentali dei danneggiati ad un risarcimento rapido e congruo, che non è mai stato messo davvero in discussione, contrariamente a quanto alcuni luoghi comuni vorrebbero far credere.